Le cellule staminali cordonali del vostro bambino sono disponibili un’unico momento

Dopo la fertilizzazione si forma un embrione composto di cellule staminali che sviluppano in seguito il bambino e la placenta (vedere il video con la spiegazione in Inglese). Tante di queste cellule staminali restano inutilizzate al momento della nascita del bambino.

Queste cellule provenienti dal vostro bambino sono quindi ancora a disposizione nel cordone ombelicale e nella placenta.

Nel passato la placenta veniva gettata via assieme a queste cellule staminali irrimpiazzabili. Intanto, sono state scoperte le possibilità d’uso di queste cellule e sembrano di essere illimitate. Questa conoscenza dona la scelta di cogliere l’opportunità di conservare queste cellule per tempo prolungato.

Cosa sono le cellule staminali?

Il corpo e tutti i suoi organi sono costituiti da cellule. Tutte queste cellule provengono dalle cellule staminali.

Le cellule staminali sono le cellule di base del nostro corpo. Sono le cellule, si potrebbe dire, che attendono di ricevere un’incarico. Queste possono svilupparsi in qualsiasi tipo di cellula (ad esempio cartilagine, sangue, tessuto muscolare, pelle, tessuto ormonale, ecc.) a seconda dell’ambiente in cui vengono diretti.

Ci sono diversi tipi di cellule staminali:

Cellule staminali che sono presenti in ogni corpo umano, le cosidette cellule staminali adulte. Le cellule staminali adulte sono presenti in tutto il corpo e la quantità più elevata si trova nel midollo osseo.

Le cellule staminali embrionali. Le cellule staminali embrionali sorgono dall’embrione nascituro o dal feto.

Come mai valgono così tanto le cellule staminali?

Queste cellule vengono usate sempre più spesso per il trattamento di tante malattie.
Attualmente vengono svolte in tutto il mondo una quantità enorme di ricerca per le possibili applicazioni delle cellule staminali. Anche la banca di cellule staminali d’Italia consulta regolarmente con vari professori e specialisti a riguardo delle tecnologie applicate alle cellule staminali.

Le possibilità attuali delle cellule staminali sembrano illimitate. Non si può più accendere la TV, aprire un giornale o una rivista senza trovare menzionate le cellule staminali. Anche il mondo medico vede l’uso delle cellule staminali come un avanzamento nella medicina che è paragonabile alla scoperta degli antibiotici.

Come mai sono così importanti queste cellule del proprio bambino?

Invecchiando, la quantità e la qualità di cellule staminali diminuiscono nel nostro corpo. Durante la pubertà abbiamo la minor quantità immagazzinata: il corpo li usa per lo sviluppo e la crescita. Le cellule staminali originali, di miglior qualità, possono venire ricavate dal cordone ombelicale. Il cordone ombelicale e la placenta contengono una riservata quantità di un paio di milioni di cellule staminali, e possono venire prelevate facilmente per la conservazione.

In passato, bisognava fidarsi di trovare un donore di cellule staminali per il trattamento di malattie sanguigne maligne. La possibilità di trovare il “match” corretto era di solo 1 su 55.000 fino ad 1 su 1.000.000 oppure meno. Persino dopo un trapianto di cellule staminali riuscito (vedere la spiegazione nel video) rimane ancora grande la probabilità di rigetto (dal 20% al 50%).

Cellule staminali propri hanno dimostrato di essere un metodo naturale per rimpiazzare questi metodi di trapianto da donatori, ed inoltre non portano il rischio di rigetto.

Con la conoscienza che abbiamo oggi delle possibilità con le cellule staminali, non possiamo semplicemente gettar via queste cellule preziose, cosa che accade ancora principalmente. Naturalmente le cellule staminali dal midollo osseo di un (giovane)adulto sono anche di buona qualità. Per ricavarle, è sufficiente una puntura della cresta iliaca sotto anestesia locale. Invecchiando, queste cellule vengono sottoposte ad “inquinamento” come ad esempio di fumo, radiazioni, usi medicinali e simili. Per questo motivo, la qualità  e quantità migliore di cellule staminali sono ricavate quando vengono prelevate il più presto possibile.

Alla nascita del bambino c’è un’unica opportunità. Nel cordone ombelicale/nella placenta sono presenti una riserva sostanziale di cellule staminali uniche che possono venire prelevate dal cordone ombelicale senza portare problemi alla madre o al suo bambino. Queste cellule possono venire conservate per un possibile uso futuro.

Le cellule staminali del vostro bambino sono disponibili un’unica volta.

La scelta è vostra.